Tripla Sicurezza vince INV-Factor 2014!

Il primo posto è stato conferito a ‘Tripla sicurezza per auto’ dell’Isis ‘Enrico Fermi’ di Bibbiena (Ar)

Per contrastare stragi del sabato sera e gli incidenti causati dalla distrazione gli studenti hanno messo a punto tre dispositivi per auto, che possono essere assemblati in un’unica apparecchiatura:
  • ‘No smartphone’ attiva un display con messaggi luminosi e sonori se il guidatore usa il cellulare mentre l’auto è in movimento; 
  • ‘No alcol’ è composto da tre sensori che rilevano la presenza di alcol nell’aria, e impediscono l’avviamento dell’auto, inviando un messaggio a un numero amico; 
  • ‘No apertura improvvisa della portiera’, con un sensore a ultrasuoni posizionato nello specchietto sinistro, rileva l’arrivo di un mezzo e avverte con un segnale luminoso e acustico. 
L’Istituto, che aveva già vinto l’anno scorso grazie al seggiolino ‘salva bimbi’ dimenticati nelle vetture, torna quest’anno sul tema della sicurezza stradale. 

Guarda la video Presentazione del Progetto pubblicata dal sito diregiovani.it

 

 Articolo del Corriere di Arezzo

No smartphone, No alcool, No apertura improvvisa della portiera

Gli studenti dell’ISIS di Bibbiena, già noti per aver vinto, lo scorso anno, il prestigioso concorso per giovani inventori “InvFactor – anche tu genio!” con il progetto “Ricordati di me. Seggiolino auto salva bimbi“, hanno ideato un sofisticato apparecchio che garantisce una tripla sicurezza in auto: “No smartphone, No alcool, No apertura improvvisa della portiera”. Il progetto è stato realizzato simulando l’abitacolo di un’auto e realizzando per motivi didattici 3 dispositivi separati con diverse funzioni. Nella realtà i 3 dispositivi potrebbero essere integrati in un unico contenitore molto più piccolo.

Ecco nel dettaglio la descrizione e le modalità di funzionamento del progetto:

 NO SMARTPHONE: parte principale del dispositivo è il ricevitore con rectenna, che potrebbe essere incassato nel poggiatesta e le rectenne cucite sul tessuto, questo per interccettare la telefonata nel raggio di 30 cm dalla testa del guidatore. Usando rectenne direttive e regolando la sensibilità del ricevitore si riesce ad intercettare  lo smartphone anche quando invia sms, si può usare tranquillamente il kit vivavoce e i passeggeri sono totalmente liberi di usare lo smartphone. Il dispositivo funziona tramite due  microcomputer, PLC e ARDUINO MEGA e il ricevitore per smartphone che è incassato nel poggiatesta, che serve a rilevare che l’autista sta usando il telefono. I passeggeri possono tranquillamente telefonare.

NO ALCOL: il dispositivo dispone come il precedente di due  microcomputer, PLC e ARDUINO MEGA. Se l’autista è ubriaco e i tre sensori rilevano la presenza di alcol nell’aria in prossimità della testa,  il dispositivo toglie l’alimentazione alla pompa della benzina impedendo in tal modo di avviare l’auto. Contemporaneamente si attiva ARDUINO MEGA che invia messaggi sul display e attraverso lo shield adattatore GSM/GPS e la scheda  SIM 908,  invia un messaggio ad un numero amico contenente anche le coordinate GPS. Infine si attiva un allarme luminoso lampeggiante e acustico per un breve tempo. Il dispositivo può essere disattivato solo dai possessori del numero amico che hanno la password (genitori per esempio).

NO APERTURA IMPROVVISA DELLA PORTIERA: quando il veicolo è fermo in caso di apertura della portiera un sensore ad ultrasuoni posizionato nello specchietto retrovisore sinistro o comunque rivolto all’indietro lungo il profilo dell’auto, rivela la presenza in arrivo di una bicicletta oppure di una moto o auto, e di conseguenza attiva un segnale luminoso e acustico che avverte il guidatore. Questo permette di evitare incidenti.

Nell'allegato il funzionamento del Progetto Tripla Sicurezza.

Allegati:
Scarica questo file (Funzionamento Progetto Tripla Sicurezza.pdf)Funzionamento Progetto Tripla Sicurezza [Funzionamento Progetto Tripla Sicurezza] 525 Kb
Presentazione del Progetto INVFactor2014 a cura del prof. Bargellini
 
Pin It